27/05/09

CURRICULUM VITA E LETTERARIO

Maglio Antonio nasce a Serre ma trascorre la sua adolescenza a Battipaglia (SA). Vive dal 1980 a Formigine (MO). Dal 1993 insegna presso l' I.C. "Ferrari-Maranello" di Maranello (MO).
Insegnante, programmatore elettronico, teologo, ha conseguito 3 Diplomi e 2 Lauree.

E' Cavaliere del Reale Ordine di Cipro, socio UNESCO, socio dell'Accademia dei Poeti, socio onorario dell'Università Ponti.
Autore di oltre 2.000 poesie, oltre a brevi racconti e trattati teologici, pubblicati in 22 libri (v. BIBLIOGRAFIA).

Ha inoltre collaborato con prefazione e introduzione e alla pubblicazione di circa oltre 50 libri.
Dopo un lungo periodo di riflessione, decide di partecipare ad alcuni concorsi letterari (premi nel periodo 2008-10: 2° a Salerno, 3° Lendinara (RO) nel 2008, 4° a Ferrara, 2° a Milano, 3° a Messina, 6° a Roscigno Vecchia (SA), 3° a Rovigo). Al 1974-75 risale il primo successo a Salerno, 1° classificato (presso AAST) con poesie lette dal poeta Alfonso Gatto. Si sono susseguiti altri primi premi in vari concorsi: 1° premio a San Martino (FE) nel 2000, 1° premio a Rovigo (2009 e 2010), 1° premio a Gioia Tauro (2017), 1° premio a Rovigo (2017).
E’ presidente/membro di giuria in 6 concorsi letterari. Fondatore nel 2008 del Premio Letterario “PAROLE E POESIA” e nel 2013 del Premio "IL CAVALIERE". Collabora con alcuni circoli letterari e con il Museo "Agorà dell'Arte" di Sersale (CZ). 


E ACCAREZZO ANCORA

E accarezzo ancora
l'anima mia
quando la rincorro
lungo il muro di pietra
ombra che ancora mi cerca
e nel silenzio là mi trascina
dove il tempo mi raggiunge
e inquieto passa e va lontano.


HO DIMENTICATO L' ANIMA

Ho dimenticato l'anima
lungo i sentieri del tempo
nelle valli dei gorni lontani
mi sono voltato indietro
raggi ed ombre tra i rami
e le foglie nel vento.
Ho infine attraversato l'anima
lungo i colori dell'arcobaleno.



NON SONO UN POETA

Non sono un poeta.
Ascolto quei pensieri
che nascono dal cuore
attraversano la mia mente
e stendono sogni e colori
tra il mare e il cielo.
Poi tornano indietro
e scivolano piano
tra le mie mani
su un foglio randagio.
Nasce così la mia poesia.

Nessun commento:

Posta un commento